Gold Mountain Software | Phoenix Slides

Aiuto di Phoenix Slides

Visione d'insieme

Phoenix Slides è un veloce programma per presentazioni a pieno schermo e per sfogliare immagini (Image Browser). Lo si può usare anche per effettuare trasformazioni JPEG senza perdita di qualità e per visualizzare i dati EXIF. Richiede Mac OS X 10.3 o successivo.

Sommario:

Uso

Per andare alla cartella desiderata, usare la lista delle directory nella parte alta della finestra. Si possono anche trascinare direttamente file o cartelle nella finestra o sull'icona dell'applicazione. Si può avviare una presentazione cliccando sul pulsante "Presentazione" o premendo il tasto return o con un doppio-click sulla miniatura di un'immagine

Uso della lista delle Cartelle

Oltre all'usuale click, si possono anche digitare i nomi delle directory per saltare direttamente ad esse.

La prima colonna della lista contiene un elenco dei volumi attivi. L'elenco viene aggiornato automaticamente quando vengono inseriti o espulsi dischi. La lista si aggiorna anche se la cartella in uso viene spostata, rinoninata, o cancellata. Per forzare l'aggiornamento per tutti gli altri cambiamenti nel file system (nuovi file, rinomina di altre cartelle, etc.), cliccare sul nome di una cartella e il suo contenuto verrà aggiornato.

L'attivazione del pulsante "Sottocartelle" fa sì che il programma cerchi le immagini in tutte le sottocartelle. Mentre crea la lista delle immagini, il programma entrerà nelle sottocartelle quando ne incontra (la ricerca è con precedenza dal basso). Questa caratteristica può risultare divertente quando si guarda dentro gli allegati alle applicazioni.

Si può trascinare nella finestra una cartella o un file di una cartella per saltare a quella cartella. Se si trascinano file di immagini, esse verranno selezionate nella visualizzazione delle miniature. Per raggiungere una cartella, si possono trascinare anche file che non sono immagini e questa va intesa come una vera peculiarità.

Quando si sceglie una cartella da sfogliare, il programma crea una lista dei file immagine ( sulla base dell'estensione del file (ad es. '.jpg') e del 'type-code' di quattro lettere (ad es. 'PICT')). Phoenix Slides supporta tutti i tipi di immagine supportati da Mac OS X (cioè tutto ciò che 'NSImage' può leggere).

Miniature

Formata la lista dei nomi dei file, il programma inizia a generare le miniature di ogni immagine. Le miniature vengono memorizzate nella cache ed eliminate quando si chiude il programma.

Phoenix Slides mostra le informazioni base (nome, dimensione, spazio su disco) sul/i file selezionati nella barra di stato in fondo alla finestra.

Si possono ridimensionare a piacere le miniature per visualizzarle con una ampiezza da 40 a 160 pixel. (Internamente vengono memorizzate con un'ampiezza di 160 pixel.)

Per chi può essere interessato: Phoenix Slides usa la 'Epeg library' per ottenere veloci miniature dei JPEG. I file Non-JPEG, d'altro canto, verranno miniaturizzati lentamente.

Selezione delle immagini

Si possono selezionare le immagini come inizio di una presentazione, per spostarle nel cestino, per mostrarle nel Finder, o per utilizzarle come sfondo della scrivania. Per scegliere un'immagine, cliccare su di essa. ⇧-click per estendere la selezione; ⌘-click per deselezionare. Si possono selezionare immagini anche selezionando col mouse (nello spazio bianco) l'area che le contiene.

Usare i tasti freccia nella tastiera per cambiare la selezione (questo però funziona solo quando é selezionata una sola immagine).

Trascinamento di immagini

È possibile trascinare le immagini su un altro programma per aprirle con quel programma, o sul Finder per fare una copia dei file. (Se poi nelle preferenze è stata attivata la possibilità di scelta, si otterrà una copia del file tenendo premuto il tasto ⌥ , o un suo alias tenendo premuti contemporaneamente ⌘-⌥ come nel Finder).

Mostra nel Finder

La voce di menu "Mostra nel Finder" può essere utile per operazioni su file che siano oltre i limiti del 'drag and drop'. Se uno o più file sono selezionati, Phoenix Slides dice al Finder di mostrarli. Se il pulsante "Sottocartelle" è attivato ed i files appartengono a cartelle differenti, il comportamento specifico sarà conforme a quello del Finder. Se nessun file è selezionato, Phoenix Slides semplicemente aprirà la cartella selezionata nel Finder.

Presentazioni

Avviando una presentazione possono accadere cose diverse a seconda della selezione attuata:

Si può avviare una presentazione in qualunque momento dopo la formazione della lista dei file (non importa attendere il caricamento di tutte le miniature).

Durante la presentazione

La presentazione si controlla con la tastiera. Premere 'h' o '?' durante la presentazione per vedere tutti i comandi (vedi quì sotto). Per avere accesso al menu, portare il mouse al margine superiore dello schermo.

Premere uno dei tasti numerici (1-9) per far avanzare in modo automatico la presentazione ogni 1-9 secondi. Premere la barra spaziatrice per mettere in pausa/riprendere l'avanzamento automatico. Premere '0' per arrestare l'avanzamento automatico. Anche premendo un tasto per far andare indietro, fa fermare l'avanzamento automatico.

Di default, le immagini di dimensioni più piccole dello schermo verranno mostrate nelle loro reali dimensioni. Per espanderle a pieno schermo, scegliere "Espandi le Immagini Piccole" dal menu Presentazione o premere ⌘-E (come 'Espandere').

Se si vuole effettuare uno zoom su una immagine, usare +/- (comodo specialmente sul tastierino numerico). Usare '=' per zoomare alla dimensione reale (100%). Si può tornare alla dimensione di default (adatta allo schermo) premendo '*'. Quando l'immagine è più grande dello schermo, si possono utilizzare i tasti dei numeri sul tastierino numerico (1-9, tranne il 5) per spostarla. Anche la rotellina del mouse, se il mouse ne c'è dotato, funziona.

Normalmente, la presentazione si arresta con l'ultima immagine. Si può però abilitare la modalità di autoripetizione attraverso il menu Presentazione. In tal modo si fa riprendere la presentazione dalla prima immagine dopo la visualizzazione dell'ultima. In combinazione con 'avanzamento automatico', ciò farà proseguire all'infinito la presentazione.

Durante la presentazione si può passare ad altri programmi (usando ⌘-tab, per esempio). Essa proseguirà tranquillamente dietro le altre finestre. Basterà cliccare sulla finestra della presentazione per riportarla in primo piano.

Scorciatoie da tastiera per la presentazione

barra spaziosospendi/riprendi l'autoavanzamento; avanti di 1
→↓avanti di 1
←↑indietro di 1
pagina giùavanti di 10
pagina suindietro di 10
iniziovai all'inizio
finevai alla fine
0sospendi l'avanzamento automatico
1-9avanza automaticamente ogni n secondi
!avanza automaticamente ogni 1/2 secondo
h, ?mostra/nascondi questa tabella
imostra/nascondi informazioni sul file
⇧Ialtre informazioni EXIF sul file
F2-F12assegna al gruppo n
⌘F2-F12modifica l'assegnazione ad un gruppo
F1rimuovi l'assegnazione al gruppo
rruota a destra (90° in senso orario)
lruota a sinistra (90° in senso antiorario)
fcapovolgi
⌘Eespandi le immagini piccole
+/-zoom avanti/indietro
=mostra in dimensioni reali
*adatta alla pagina
1-9 del tastierino numericospostano l'immagine zoomata
esc, qesci dalla presentazione

Trasformazioni JPEG

Phoenix Slides può realizzare trasformazioni senza perdita di qualità sui file JPEG. Infatti utilizza codice da jpegtran (incluso l'EXIF patch), e supporta la maggior parte delle sue opzioni avanzate, che sono spiegate brevemente quì sotto:

Perdita dei blocchi marginali non trasformabili - La rotazione senza perdita di qualità è perfetta solo per immagini le cui dimensioni sono multiple di quelle del blocco iMCU, normalmente 8 o 16. I blocchi "imperfetti" ai bordi possono essere rifilati, se si desidera, anche se ovviamente questa è una operazione irreversibile . Ecco qualcosa in più preso dalla documentazione jpegtran:

jpegtran's default behavior when transforming an odd-size image is designed to preserve exact
reversibility and mathematical consistency of the transformation set.... Transpose is able to flip
the entire image area. Horizontal mirroring leaves any partial iMCU column at the right edge
untouched, but is able to flip all rows of the image. Similarly, vertical mirroring leaves any
partial iMCU row at the bottom edge untouched, but is able to flip all columns. The other transforms
can be built up as sequences of transpose and flip operations; for consistency, their actions on
edge pixels are defined to be the same as the end result of the corresponding transpose-and-flip
sequence. 

Rendi Progressivo - Crea immagini adatte a visualizzazione incrementale su collegamenti a bassa velocità. I file 'Progressive JPEG' consistono in una serie di scansioni a qualità crescente.

Ottimizzare con la Tavola di Huffman - Più lento, ma crea file leggermente più piccoli.

Scala di grigi - Semplicemente rimuove l'informazione colore (crominanza), lasciando intatti i dati sulla scala dei grigi (luminanza).

Marcatori JPEG - Varie opzioni per rimuovere i commenti JPEG e altri dati (come le informazioni EXIF) immagazzinate in testa ai file JPEG.

Phoenix Slides avvisa prima di compiere un'operazione non reversibile .

Gruppi/Categorie

Phoenix Slides fornisce un metodo per formare gruppi, o categorie, temporanei di immagini. Durante una presentazione, premere uno dei tasti F2-F12 per assegnare un'immagine ad un gruppo. A questo punto, nella vista per miniature, sarà sufficiente premere F2-F12 per vedere le immagini del gruppo corrispondente. Si può anche premere ⌘-F2(fino a F12) per modificare l'assegnazione di una immagine ad un gruppo sia nella vista presentazione sia miniature. Per cancellare tutte le assegnazioni a categorie, premere F1 durante una presentazione, o ⌘-F1 guardando le miniature. Assegnare immagini a gruppi può essere utile per operazioni in blocco, per es. selezionare un gruppo di immagini su cui effettuare una rotazione JPEG.

Naturalmente, non si possono utilizzare i tasti funzione riservati dal system o utilities di terze parti per altre cose, gli esempi più notevoli sono i tasti F9-F12 di default per Exposé e Dashboard. Tuttavia, normalmente si può aggirare il problema tenendo premuto contemporaneamente ai tasti F1-F12 il tasto control o alt (⌥).

Le Categorie sono temporanee e andranno perse con l'uscita da Phoenix Slides. Si può pensare a questa funzionalità come ad una sorta di meccanismo di selezione alternativo.

Storia di Phoenix Slides

Un giorno, Jim (il professore in carica al progetto di ricerca a cui lavoro) portò alcuni CD di foto dalla Tailandia. Guardiamo queste immagini, disse. Cercammo nei Mac nell'ufficio programmi di presentazione adatti, ma senza successo. Finimmo per usare la modalità presentazione di Anteprima. Fu... penoso. Non potemmo neanche ruotare le immagini in modalità pieno schermo. Così decisi di scrivere io stesso il programma.

Ricordate Curator, il programma ora abbandonato per organizzare immagini di Caffeine Software? è grazioso, ma (1) è morto, (2) la formazione delle liste avviene in modo strano, e (3) occorre attendere la formazione delle miniature prima di poter vedere un'immagine in una presentazione (PERCHÈ?!). Volevo che il mio programma rimediasse a questi problemi, così Phoenix Slides è ispirato in parte da Curator.

Perchè Phoenix? Accanto al suo significato mitologico, la fenice è anche rappresentata nella bandiera della città di San Francisco (dove abbiamo sede). In più, io sono un tifoso di Fawkes (la fenice di Dumbledore nei libri di Harry Potter).

Ringraziamenti

Ringrazio David Chow e la sua incredibile abilità nel mandare in crash il mio programma.

Ringrazio Thomas Steg di Karlsruhe (Germania) per la localizzazione e la documentazione in lingua Tedesca; César Piñera per la localizzazione in lingua Spagnola; Laurent Bovet per la localizzazione in lingua Francese e Silvano Dotti per la localizzazione in lingua Italiana.

Ringrazio tutti coloro che mi hanno reso disponibile il loro codice sorgente per imparare/adattarlo ad altri scopi, includendo rasterman (Epeg), Allan Hsu (Magic Lantern), Marc Liyanage (EpegWrapper), e Rainer Brockerhoff (RBSplitView).

Ringrazio Adrian Gonzales presso The Icestorm Network per avermi generosamente fornito spazio sul server.

Ed infine, ringrazio il mio vecchio capo nel mio lavoro senza speranza per avermi "licenziato". Possa Phoenix Slides essere testimonianza dei vantaggi della disoccupazione.

Richiesta di Aiuto

Cerco aiuto per localizzazioni: se intendete tradurre Phoenix Slides nella vostra lingua prego contattatemi.

Potete anche contribuire offrendomi aiuto nella programmazione o facendo una donazione in libri (Cocoa, perl, linguistica), danaro, o materiale per skateboard.

Storia delle Versioni

2014.01.11 1.3 2012.10.14 1.2.8 2012.07.27 1.2.7 31.08.2009 1.2.6 23.03.2009 1.2.5 01.05.2007 1.2.4 20.04.2007 1.2.3 25.10.2006 1.2.2 03.01.2006 1.2.1 03.08.2005 1.2 06.07.2005 1.1 28.04.2005 1.0 primo rilascio pubblico.

Contatti/Licenza

Sito web ufficiale: http://blyt.net/phxslides/

Creative Commons License
Questo lavoro è concesso in licenza con una Licenza Creative Commons .

Copyright 2005-2014 by Dominic Yu. Questo software è gratuito e a codice aperto (open source). Può essere usato liberamente per scopi non commerciali. Eventuali opere derivate devono rendermi appropriato merito ed essere distribuite con lo stesso tipo di licenza, a meno che io non dia permesso scritto in altro senso.